chi sono

In ogni passeggiata nella natura l’uomo riceve molto di più di ciò che cerca.

(John Muir)

Mentre leggerai la mia storia.. forse qualcosa ti risuonerà familiare nella testa.

 

Mi chiamo Matteo, classe 72. Diplomato in Architettura e Arredamento d’interni, inizio già a 20 anni la professione di Interior Designer presso uno dei più bei negozi della mia regione. Da ragazzo sono sempre stato un discreto sportivo con un occhio di riguardo alla sana alimentazione (oggi un po’ meno) , ho praticato prima nuoto agonistico e successivamente Body Building a livello amatoriale, forse più che altro perché mi consentiva di gestire meglio gli orari di lavoro (questa ultima frase la dice lunga..). Ho passato tanti anni in palestra fino a diventare istruttore di Indoor Cycling e Tonificazione, lavoravo in negozio 8/9 ore al giorno e negli intervalli di pranzo e cena mi allenavo ed insegnavo Fitness.. insomma più che altro lavoravo!

Ero giovane e pieno di energie e questo mi consentiva di ritagliarmi anche qualche sera di svago con buoni amici (ovviamente dopo lavoro!)

Correvo.. correvo.. correvo.. come tanti (forse proprio come te che stai leggendo il sunto della mia vita ed inizi a sentire magari qualche affinità con la tua) poi ad un tratto ho avuto come un blocco! Tutto quello che facevo non mi bastava più.. le settimane, i mesi e gli anni passavano veloci e con loro la mia vita, la sentivo sfuggire di mano, iniziavo a capire che qualcosa non andava ma non ne ero ancora pienamente consapevole, i giorni scorrevano monotoni e diventava difficile emozionarsi veramente.. insomma non fraintendetemi.. TUTTO ERA NORMALE E SOTTO CONTROLLO.. ma era proprio questo il problema!!!

Lasciai la palestra ed iniziai a praticare sport all’aria aperta, d’altronde vivendo in “Sardegna”, valeva di sicuro la pena dare un occhiata in giro! Trekking.. Free Climbing.. Canyoning.. e dopo poco tempo davanti ai miei occhi si aprì un mondo completamente nuovo chiamato NATURA.. uno spettacolo indescrivibile dalle sensazioni fortissime (che vi racconterò di persona quando verrete a trovarmi). Lavoravo pensando al week-end, pronto a ripartire per quelle piccole avventure che mi facevano sentire vivo. Passai diversi anni con un bel gruppo di amici, immerso in questo nuovo universo a godere quanto più possibile di ogni momento, fu un periodo fantastico ma il bello doveva ancora arrivare, avevo trascurato il mio vero elemento, un qualcosa che mi ha sempre attratto con forza ma che fino ad allora avevo un po’ messo da parte: il Mare!

Beh si.. mi ero accorto di vivere in un isola.. e frequentavo già da ragazzo le nostre bellissime spiagge ma non avevo ancora conosciuto profondamente sua maestà il Mare. Sapevo nuotare bene.. avevo anche conseguito un brevetto di Assistente Bagnanti con la Società Nazionale di Salvamento.. ma per imparare ad apprezzare il mare e la sua immensa bellezza non bisognava stare in spiaggia, bisognava stare in mare!

E così.. (credetemi, è la pura verità) un bellissimo giorno di primavera, mi incontrai quasi per caso con un amico ed ex collega di lavoro (che da sempre mi stuzzicava parlandomi del kayak) che mi invitò a fare un giro su una canoa particolarissima, una Polinesiana a due posti.

Credo che esistano delle giornate perfette.. e quella che passammo insieme pagaiando fu una di queste: mare piatto, cielo pulito con un sole fantastico, temperatura ottimale, due amici che si erano persi di vista con tanto da raccontarsi, sport all’aria aperta, uno scenario (Le coste della Sardegna) da mozzare il fiato, un pizzico di agonismo.. e fu subito magia, mi innamorai del kayak e di li a poco acquistai il mio primo LASER 550 EXPEDITION.

Ora alla soglia dei 50 anni ho finalmente capito dove voglio indirizzare la mia vita, il mio ufficio sarà il bosco e la mia scrivania il mare. Non so se attraverso la lettura di queste poche righe hai potuto cogliere l’essenza del messaggio che ho provato a trasmettere, ovviamente ognuno di noi ha interessi diversi e tu non dovrai per forza abbracciare con tutto te stesso questa strada.. ma se deciderai di venire a conoscermi sarò felice di guidarti in alcuni dei luoghi più belli e selvaggi della Sardegna e ti regalerò qualche piccola grande emozione che sono sicuro porterai per sempre dentro di te.

Cosa ha di così speciale il kayak? Semplice! Col kayak non sei sul mare, sei dentro il mare.. e questo a livello emozionale fa una grande differenza!

perchè il nome aloha

Aloha è una forma di saluto che nella lingua Hawaiana significa affetto, amore, pace, compassione e misericordia.

Ho scelto la parola ALOHA come elemento guida della mia seconda vita perché rappresenta la direzione e l’impegno che voglio prendere, ovvero una totale simbiosi con la natura, basata sull’amore, il rispetto e lo scambio reciproco.

condizioni particolari

per prenotazioni anticipate

Insieme visiteremo alcune delle spiagge e delle falesie più selvagge e suggestive della Sardegna